Cerca
  • Voce.com.ar

UN GIRO IN TOSCANA - Estate 2019.



La magia che circonda la Toscana nell’immaginario collettivo mondiale, non è dovuta solo alla ineguagliabile bellezza di Firenze e delle altre città d’arte, come Siena, Pisa, Lucca o Pistoia. La fama della Toscana deve molto anche alle dolci Colline del Chianti, a quelle Metallifere, alla superbia del Monte Amiata, l’antico vulcano spento che s’impone nel panorama tra Siena e Grosseto, e alla Maremma, dove i butteri a cavallo ne percorrono la campagna. E poi ancora le valli di Garfagnana, di Lunigiana e il Cosentino, luoghi che evocano eventi storici e tradizioni artigianali e agricole antichissime. Sono celebri in tutto il mondo anche le isole dell’Arcipelago, diventate Parco Nazionale, e le acque dell’Arno, il fiume principale della Toscana. Lo sono le straordinarie opere d’arte e le vicende storiche nelle quali videro la luce, a cominciare dal mecenatismo dei Medici. Sono noti i borghi medievali turriti, come San Gimignano, ma anche le stazioni termali sempre più frequentate per i loro benefici effetti, la costa della Versilia e l’impareggiabile patrimonio enogastronomico.

È proprio sulle soleggiate valli del Chianti, e fino a dove Firenze si specchia nelle acque

dell’Arno, che ho immaginato lo scenario e l’ispirazione per raccontare il poetico viaggio

della moda per l’estate 2019.



Lambire con lo sguardo, a bordo di una biposto sportiva col tettuccio reclinato, i paesaggi toscani è un’esperienza imperdibile. Sul far della sera, quando il sole dolcemente si raffredda, il momento è ideale. E come per magia, i colori della palette assorbono completamente le tonalità del paesaggio facendole proprie: accanto al bianco delle nuvole all’orizzonte ci sono i toni arsi della terra e quelli morbidi delle pietre delle case e delle strade di campagna. Le tonalità femminili sono ben rappresentate dalle varietà eteree delle rose incolte che si fanno gentili rampicanti vicino alle finestre e tutto attorno alle pievi di qualche sperduta frazione. Il contrasto cromatico è stato minimizzato, per allentare la tensione e godere appieno della libertà di essere e di esistere nella grande armonia della natura. Anche i materiali sono tutti naturali, freschi e carezzevoli. Grande spazio ai cotoni garzati, ai lini e allo shantung di seta. Nel lungo e rilassato piroettare tra le anse delle strade e dei morbidi pendii non c’è spazio per lo stress. Tutto è perfetto, e la massima espressione del lusso prende vita. Silenziosamente.



by Giuseppe Ferraro

Bio Profilo

Giuseppe Ferraro

Stylist & Fashion Designer – Milano. Italia.

La moda è per me un magnifico universo tutto da raccontare. Dopo anni di lavoro come fashion designer per noti brand della moda, ho deciso che era tempo di insegnare e narrare i processi creativi che si celano dietro una fotografia o una collezione. La moda, oggi più che mai, rappresentazione e anticipazione di cambiamenti sociali e di mondi sub-culturali. Nei miei editoriali vi racconto la moda che verrà, gli spunti e le icone che la rendono riconoscibile.


©2019 by Santandrea Arte&Publicidad