Cerca
  • Voce.com.ar

“MARTA” il video della canzone dell’estate. Un viaggio beat tra sogno e realtà.



Marta.

Carina, affascinante, un raggio di luce in una sera che sembrava anonima come tante altre. Il profumo dell’estate già nell’aria e la voglia di viverla intensamente. Una splendida notte passata insieme ma poi “come in un sogno ho appena aperto gli occhi e già non c’eri più”. E’ la storia che sta dietro al nuovo successo discografico di Gene Guglielmi e gli Avvoltoi, “Marta” incisa per la Crotalo record, brano già presente nelle radio italiane e su tutte le piattaforme digitali, doppiata da un azzeccassimo video che fonde realtà e sogno dipinti a forti tinte psichedelico-beat.

Se gli Avvoltoi – storico gruppo bolognese - sono l’espressione più importante della seconda ondata beat, quella che agitò le acque musicali italiane attorno ai primissimi anni ’80, Gene Guglielmi è l’indiscusso padre del movimento beat. Autore ed interprete di brani di culto come “I capelli lunghi” e “La luna, le stelle, il mare” ha attraversato varie stagioni artistiche tutte contraddistinte dalla rinnovazione nella continuità della proposta artistica. E proprio nel dicembre del 2018, dopo aver realizzato il suo nuovo vinile “La vita è un sogno”, fusione di successi storici e nuove canzoni, è entrato di nuovo in sala di incisione per dare corpo alla ristampa in cd del suo lavoro includendo come bonus track e canzone lancio proprio “Marta”.

Una afosa mattinata d’estate, una chitarra, ed un provino semplice semplice con un solo strumento, ma precisissimo. Tanto quanto basta, dopo una sola esecuzione, a capire che quella linea musicale che si insegue ipnotica per tutta la durata della canzone è esattamente ciò che serve. La freschezza liberatoria di quella melodia diventa la pietra angolare del nuovo lavoro discografico.

Il resto lo fanno gli studi di registrazione di Scandellara a Bologna, le cui buone vibrazioni avevano ispirato in passato i lavori di Francesco Guccini, l’abilità strumentale degli Avvoltoi, che trovano il giusto mood e l’interpretazione superba di Gene Guglielmi che interiorizza la canzone e la rende in una ideale continuità con i suoi grandi successi degli anni ’60 impreziositi da un sound attualissimo.

“Marta” è un brano vincente, lo si capisce sin dalle prime reazioni dei tanti fans di Gene che restano sorpresi da un brano nuovissimo in grado però di riproporre atmosfere che sembravano perdute. La canzone macina passaggi radio ed interviste, viene presentata al Midem di Cannes 2019, alla Radio Tv di San Marino, al Festival Beat di Salsomaggiore, attraverso i canali di Radiochannel e addirittura mandato in onda da Radio Hofstra New York.

Insomma “Marta” è la donna dell’estate, di quelle estati assolate, spensierate e piene di aspettative che sono nella memoria di ognuno di noi e alle quali abbiamo indissolubilmente legato una canzone, che oggi in un abbraccio fraterno vola sino agli amici d’Argentina attraverso la rivista “Voce”.

L’emozione e la soddisfazione sono grandissime, in particolar modo per chi vi scrive, che di “Marta” ne è anche l’autore.


STEFANO SPAZZI: Musicista, scrittore e avvocato. A partire dai primi anni '90 prende parte a numerose manifestazioni musicali sia in Italia che all’estero, incide alcuni singoli tra cui “Ancona Beat” e “Marta” trasmesse anche negli Stati Uniti. Da vita al progetto in rete Twisted Noise per cui scrive ed interpreta il brano “I was dreaming” che viene corredato da un video. Compone brani per Gene Guglielmi, Le Najadi ed altri artisti. E’ ideatore dell’Ancona Beat Festival ed attualmente suona con The Wanted gruppo storico del beat. Tra i suoi libri “Ancona beat – i gruppi, i protagonisti, i locali, nel periodo 1964-1969” (Italic Pequod) e “Beat in Rosa – Musica Beat ed emancipazione femminile” (Italic Pequod).


Per saperne di più:

per ascoltare e vedere il nuovo video di “MARTA” di Gene Guglielmi e Gli Avvoltoi:

https://youtu.be/ueRdRHKEdv0



by Stefano Spazzi

©2019 by Santandrea Arte&Publicidad