Cerca
  • VoceallaRadio

El primer café de la mañana, Diego Galdino



Diego Galdino (classe 1971) vive a Roma e si alza tutte le mattine mentre la città è ancora addormentata, per aprire il suo bar dove ogni giorno accoglie i clienti con i caffè più fantasiosi della città. Soprannominata la Cenerentola della letteratura dai suoi amici. Autore di successo internazionale, è tradotto in paesi di lingua spagnola, Polonia, Bulgaria, paesi di lingua tedesca e Serbia. Ha debuttato con Il primo caffè del mattino, che ha avuto anche diritti cinematografici venduti in Germania, Mi arrivi come un sogno, vorrei che l'amore avesse i tuoi occhi, ti vedo per la prima volta, L'ultimo caffè della sera, tutto pubblicato con Sperling & Kupfer, mentre Bosco bianco, è stato auto pubblicato per una scelta di cuore. È anche testimonial del Consorzio per il caffè espresso tradizionale italiano.

Con Una Storia Straordinaria l'autore entra nel catalogo di Leggereditore.


La mia esperienza personale mi dice che quando una persona sceglie un caffè, lo porterà nella tomba o, per essere un po 'più romantici, su un'isola deserta. Non è un caso che in un bar visitato tutti i giorni dagli stessi clienti il ​​barman inizi a preparare il caffè proprio quando il cliente entra nel bar. In quel momento il barista non vede entrare una persona ma un caffè che può essere forte, lungo, macchiato, decaffeinato e così via. Nel mio romanzo ho esagerato un po 'questa associazione caffè / cliente ma è la verità assoluta che se prendi un caffè forte sei duro, molto duro senza sfumature di grigio o è nero o bianco ma mai macchiato (che in italiano significa macchiato ). Una delle cose più belle che mi sono successe da quando ho pubblicato il mio libro sono le e-mail che ricevo da persone che hanno letto il mio libro e si sono presentate così: “Ciao, sono Franco (caffè lungo)”. L'aver potuto creare questa associazione persone / caffè che bevono, mi rende incredibilmente felice e orgoglioso. Ed io? Siccome sono decisamente insicuro di me stesso non c'è altro modo che presentarmi in questo modo: “Ciao, sono Diego (caffè macchiato forte e caldo)”. Pubblicare i miei romanzi all'estero è un sogno che si avvera, sapere che le mie storie vengono lette da persone straniere mi fa sentire uno scrittore del mondo. Dimostra che Emily Dickinson aveva ragione quando ha detto: "Non c'è nave come un libro che ci porti via ..." La mia terra non è poi così lontana è Roma e spero che se un giorno decidessi di visitare la città eterna potresti passare al bar dove potrei offrirti un buon caffè gratuitamente. 



Cordialmente Diego Galdino

©2019 by Santandrea Arte&Publicidad